Pensieri sull'Abbazia di Monte Oliveto maggiore

La' dove il tempo si è fermato

Sembra un titolo ad effetto....No. E' quanto ho 'sentito' rimanendo giorni e giorni in quell'abbazia secolare, condividendo il ritmo quotidiano dei monaci olivetani, figli di San Bernando de' Tolomei.... vorrei raccontare il mio 'vissuto' di quei giorni, penetrando con delicatezza nella mia intimità, nella mia anima. Non 'mi' racconto per  chi incrocio sul web. Mi addentro nel mio mondo interiore per riscoprire forse per ritrovare la pace che trasuda nella gioia ...

(Continua nella pagina di questo sito: "Schizzi mentali 3")

Qui raccoglierò notizie sia sull'Abbazia come sulla comunità Monastico olivetana e sul suo fondatore, San Bernardo de' Tolomei. Mi servirò di Wkipedia, come sempre. Però attingerò anche a testi pubblicati dagli stessi monaci. In particolare cercherò di presentare e illustrare gli ambienti dell'abbazia, i famosi dipinti del chiostro grande, la stupenda chiesa dove ogni giorno i monaci cantano la 'Laus deo' e altro. Una documentazione che vorrei facesse nascere il desiderio di visitare l'abbazia  e possibilmente di passarvi alcuni giorni, nel silenzio e nella preghiera monastica.

 

 

 

Un video sulla grande Abbazia olivetana

Qui sono venuto diverse volte. Soprattutto quando avvertivo il bisogno del silenzio. Non solo fisico (del resto pieno di delicati cinguiettii...) La amo...La desidero...Anche se raggiungerla da solo ora che sento il peso degli anni è sempre più difficile Nella terra di Siena impobnente e isolata sta questa 'fortezza spsirituale' dove si può 'ritrovare' la pace del cuore nella preghiera, nella meditazione della Parola, nella liturgia benedettina, fin dall'inizio del giorno nella splendida chiesa dell'Abbazia.....